Fronte Verde: No al ritorno al nucleare

Roma – In queste ultime settimane sentiamo troppo spesso dichiarazioni a favore del ritorno al nucleare, come l’idea di Veronesi ed altri scienziati, di costruire 10 centrali nucleari in 10 anni. Vorremmo ricordare allo scienziato e a tutti i pro-nuclearisti, come in tutta Europa si punti, non da ora, su efficienza ed energie rinnovabili per ridurre le emissioni di gas serra e i mutamenti climatici. Inoltre, ad oggi, non esiste nucleare sicuro, non è stato risolto il problema delle scorie (se pensiamo che non risolviamo quelli dei rifiuti vedi Napoli…) come dimostra il fatto che neanche paesi come Francia e Giappone, non hanno potuto realizzare depositi permanenti e definitivi per i residui radioattivi. Ed infine non bisogna dimenticare gli eccessivi costi per la realizzazione di nuove centrali nucleari. Anche e non solo per questi motivi, noi del Fronte Verde siamo totalmente contrari al ripristino del nucleare in Italia. La politica cosi come la scienza e l’industria italiana, dovrebbe cominciare finalmente a fare ciò che non ha ancora realizzato in questi ultimi 15 anni, cioè da quando si conoscono i problemi e le cause dei cambiamenti climatici; affidarsi alle fonti rinnovabili, puntando sull’energia solare ed eolica e sulla ricerca, migliorare l’efficienza energetica industriale sia nel campo dei trasporti che nei consumi residenziali.

Print Friendly, PDF & Email
Seguici