Martinez: “No alla cementificazione di Monza”

Monza – «Il Fronte Verde Ecologisti Indipendeti, sentiti i tecnici di diversa estrazione politica, considera irricevibile il “neo progetto di cementificazione di Monza” della giunta Mariani: in primis perché l’urbanizzazione in città è pari al 70%, in secondi perché 40 mila abitanti in più paralizzerebbero Monza. Ci sono già 1500 alloggi sfitti ed è ingiustificato costruire nuovi palazzi. Il Fronte Verde chiede di recuperare le aree degradate aiutando l’economia cittadina e, soprattutto, quella agricola rendendo Monza bella, vivibile. L’impronta di rilancio delle aree degradate, per esempio, può essere dedicando alla riqualificazione di luoghi deputati alle all’agricoltura, le discipline sportive ed al teatro, ovvero, negli ultimi due casi, centri sociali in cui la gioventù possa incontrarsi sviluppando, attraverso il gioco e la cultura, la disciplina e l’impegno, la lealtà, il senso di appartenenza ed il rispetto della “cosa pubblica”. A tal proposito il Fronte Verde si oppone alla chiusura del cinema Metropol, valido luogo di cultura del quartiere: la disintegrazione di luoghi e aree di partecipazione della comunità monzese, cinema ed aree “verdi”, è un infausto progetto succube di interessi di avidi mercanti» dichiara in una nota Francesco Martinez Responsabile provinciale di Monza e Brianza del Fronte Verde.

Print Friendly, PDF & Email
Seguici