‘Fronte Verde’ aderisce a ‘End Ecocide Europe’

Roma – Il Presidente nazionale Vincenzo Galizia ha annunciato l’adesione del ‘Fronte Verde Ecologisti Indipendenti’ a ‘End Ecocide Europe’, la campagna europea volta a proteggere gli ecosistemi da cui tutti dipendiamo per la vita. Per questo motivo, i casi gravi di distruzione ambientale dovrebbero essere riconosciuti come reati per i quali i responsabili devono essere ritenuti colpevoli. Questo crimine ha un nome: Ecocidio. L’ecocidio è definito come la “La distruzione estensiva, il danno o la perdita di ecosistemi di un dato territorio”. Chiediamo la responsabilità penale ai responsabili di ecocidio, sia agli individui (cioè le persone con il potere decisionale – che siano politici o imprenditori) e le aziende. La direttiva proposta si applica in cinque casi: quando l’ecocidio avviene su territorio europeo, o da aziende europee, o da cittadini dell’UE, così come l’importazione di beni o servizi causanti ecocidio nell’UE, e il finanziamento di attività di ecocidio da parte di banche dell’UE o istituzioni finanziarie europee. Oggi viviamo in un mondo in cui il “danno diffuso, a lungo termine e gravi all’ambiente naturale” (Art. 8.2 Statuto di Roma) è un crimine di guerra, ma le aziende sono libere di distruggere la terra senza conseguenze legali in tempo di pace. E’ tempo di aggiornare la legge e porre fine a questo paradosso.
Per votare clicca qui

Print Friendly, PDF & Email
Seguici