Vincenzo Galizia: “CETA un regalo alle lobby”

Roma – «Per le grandi lobby industriali che operano nel settore agroalimentare il CETA è una manna dal cielo dato che favorisce la delocalizzazione e penalizza il Made in Italy» dichiara Vincenzo Galizia Presidente nazionale di ‘Fronte Verde’ in merito al CETA (Comprehensive Economic and Trade Agreement, letteralmente “Accordo economico e commerciale globale”) trattato di libero scambio tra Canada e Unione Europea, che dovrebbe entrare in vigore dal 21 settembre 2017. «Noi del Fronte Verde siamo totalmente contrari a questo trattato che avrà riflessi pesantissimi e gravissimi a danno del consumatore, con mancanza di corretta informazione, di pericolo sanitario e di danno ambientale».

Print Friendly, PDF & Email
Seguici